19/12/2016

#ex_eL2016 … grazie!!

09_evento

Riconfermato il successo per la seconda edizione di exploring eLearning, il più grande evento in Italia dedicato alla formazione online, che ha registrato la presenza di 420 partecipanti, 180 aziende e 55 testimonial.
Oltre 50 sono state le sessioni che si sono susseguite nel corso delle due giornate, che hanno visto protagonisti il confronto, la partecipazione e la complicità degli esperti di settore.

Competenze & Digitale, Adaptive Learning & Stili di apprendimento, Learning Path, Gamification, Corporate Academy, Open Badge e Certificazioni, Start eLearning: questi i titoli dei 7 temi trattati attraverso l’innovativo format del posterLab, che è riuscito ancora una volta a stupire, creando quella giusta combinazione di coinvolgimento e collaborazione.

Tante le novità che hanno arricchito questa nuova edizione, come i gli hands-on lab e gli eventi formativi, dedicati alla sperimentazione di nuovi linguaggi e ad una formazione fuori dal comune. Protagonista indiscussa è stata LUMI, la nuova App firmata skilla – Amicucci Formazione, in grado di trasformare aule ed eventi formativi in una dimensione più costruttiva e coinvolgente.

Ai numerosi testimonial, alle aziende che ci hanno ospitato in questi mesi, al Comitato Scientifico e a tutti i partecipanti va il nostro Grazie!

grazie

Vai alla gallery fotografica

16/11/2016

Programma la tua esplorazione!

07_programma

Definito il programma ufficiale di exploring eLearning 2016. Un programma in modalità 100% digital&blended per un’esperienza totalmente immersiva ed un’opportunità per confrontarsi con le migliori esperienze in atto: più di 50 le testimonianze aziendali che vedranno la partecipazione tra gli altri di realtà come Acea, Aviva Italia, Banca Findomestic, Banca Mediolanum, Banca Monte dei Paschi di Siena, Business Partner Italia BNP Paribas, Comdata, Crif, Enav, Enel, Europe Assistance, Fastweb, Fater, Intesa Sanpaolo Formazione, Leonardo, Luxottica Group, ManpowerGroup, Miroglio Fashion, OVS, Pirelli Tyre, Quadrifor, Salini Impregilo, Tim, Wind, Unicredit.

Insieme ai posterLab, il programma prevede anche hands-on lab, laboratori diffusi per la messa in pratica; e una serie di eventi formativi che avranno come protagonisti Giorgio Fabbri, Ettore Perozzi, Luca Pagliari, Tea Trends, Manpower Group e LUISS Business School.

Scopri i testimonial

Scarica il programma

Il potere dei giochi in Europ Assistance

07_europ

Il 4 ottobre 2016 exploring eLearning è stato ospite di Europ Assistance, per un workshop preparatorio sul tema Gamification.

Cristiano Venanzoni, Chief Human Resources and Organization Europ Assistance Italia ci introduce nel mondo della digital economy vista all’interno dei contesti aziendali.

L’esigenza di benessere di un’economia dipende dalla produttività dell’organizzazione che ne assume la connotazione di obiettivo primario di questa trasformazione. Pertanto oggi l’obiettivo dei piani di turnaround non può più essere identificato nel miglioramento della performance economica o redditività, bensì nella produttività stessa dell’organizzazione.
La chiave per poter incrementare la produttività aziendale in ottica sostenibile è da riferirsi in particolar modo alla capacità di introdurre la componente digitale nella nostra organizzazione valorizzando ulteriormente il capitale umano.
All’interno di questo scenario di trasformazione ed evoluzione verso la digital economy, l’HR deve saper giocare le proprie carte in modo strategico poiché il digital non è più un’opzione ma un percorso tracciato all’interno delle aziende, sia in ottica di introduzioni di nuovi talenti dall’esterno, sia investendo in un processo di cambiamento del mindset aziendale verso un approccio e una propensione digital.

In Europ l’HR è stato il propulsore di questo shift partendo dalla trasformazione di tutti i processi HR in ottica digital: i percorsi di assessment sono oggi realizzati unicamente con strumenti digitali, è stata rinnovata la intranet aziendale “The Square” all’interno della quale hanno trovato spazio con appositi moduli tutti i processi HR utili alla popolazione aziendale (performance management, talent management, smart working, ecc.).
Le risorse grazie alla intranet possono rimanere connesse e in contatto diretto anche nei giorni di attività in smart working. Proprio l’introduzione dello smart working ha permesso l’aumento del 10% della produttività e feedback sempre più positivi da parte dei clienti, che hanno dimostrato maggiore soddisfazione rispetto al servizio offerto.
Il processo di trasformazione vedrà ulteriori tappe, in primis con il rilascio del modulo di gamification, così come il “game” verrà utilizzato anche nei percorsi di talent management per un sempre maggiore coinvolgimento ed interazione da parte delle risorse.

Marco Amicucci ed Elisa Cipriani, Project Manager di skilla – Amicucci Formazione, evidenziano nel loro intervento il meccanismo e l’importanza delle meccaniche ludiche nei contesti formativi per un maggior coinvolgimento
Il gioco ha potere sulle persone perché soddisfa istinti primari che vanno oltre il mero divertimento. Il gioco non è un’attività soft. Ci concentriamo, investiamo tempo, è un’attività molto faticosa e che ci mette alla prova. Siamo goal oriented, sempre alla ricerca dell’obiettivo da raggiungere.

Non giochiamo solo perché è divertente, ma per altri istinti primari, chiamati core drive:
– Volontà di porsi nuove sfide e di superarle
– Bisogno di autoespressione
– Desiderio di possesso
– Senso epico

La parola gamification è un termine relativamente nuovo ed è l’utilizzo delle meccaniche e dinamiche dei giochi come livelli, punti o premi, in contesti esterni al gioco per creare più interesse, risolvere problemi e stimolare un comportamento attivo e misurabile. Gamification non vuol dire creare un gioco, ma progettare con delle caratteristiche tipiche del gioco. Quali elementi tipici del gioco possono essere riportati in un contesto formativo?
– Badge e medaglie virtuali
– Punteggi
– Riconoscimento sociale
– Classifiche
– Contest

Approfondiremo questo tema con dei posterLab dedicati ad exploring eLearning, evidenziando i principali meccanismi utilizzabili e le questioni da tenere sotto controllo: motivazione, gratificazione, punteggio, premiazione, competizione. Verrà inoltre esplorato il connubio tra dinamiche di Gamification ed i meccanismi dei social network.

Un ringraziamento speciale allo staff di Europ Assistance e ai partecipanti intervenuti di Arianna2001 Aviva Italia, Banca Mediolanum, Banca Popolare di Vicenza, FCA Italy, Fiera Milano, John Peter Sloan – La scuola, Kedrion, Nestlè Italiana, Sematic, Spindox e UnipolSai.

28/10/2016

La formazione si trasforma

08_sky

Con le Corporate Academy la formazione si trasforma in uno strumento a supporto delle strategie competitive aziendali. Grazie alle Corporate Academy il patrimonio di conoscenze aziendali viene valorizzato e viene favorita la diffusione dello stesso, con particolare attenzione per le competenze distintive necessarie per la crescita del business.
Ed è proprio questo lo scopo della Corporate Academy, permettere un passaggio culturale che investe tutta l’azienda e innova profondamente le strategie, gli ambienti e le dinamiche dell’apprendimento. Alla base della costituzione della Corporate Academy, deve esserci un vero e proprio processo di change management.” Questa l’introduzione al tema di Lorena Patacchini, Project Manager di Amicucci Formazione, coinvolta in molti progetti di costituzione di Academy aziendali. L’Academy diventa così il cuore pulsante dell’organizzazione: la formazione trasformando se stessa, trasforma l’ecosistema aziendale.

Ci sono quattro step da seguire per cominciare:
• Definire il posizionamento dell’Academy
• Procedere con la mappatura del materiale esistente
• Progettare la valorizzazione del patrimonio formativo
• Avviare la sperimentazione dell’innovazione digitale.

Evolve pertanto il ruolo del formatore che arricchisce il suo bagaglio con competenze di tipo digitale che gli consentono di:
• Utilizzare il web per ricercare fonti e contenuti
• Organizzare e classificare i contenuti in ambienti digitali
• Coinvolgere i partecipanti nella creazione di contenuti digitali
• Far evolvere l’aula verso il digitale
• Gestire community per il coinvolgimento nel post-aula

Prendendo a prestito le parole del Vicepresidente di GE possiamo dire che “Creare un’Academy è una grande occasione. Si tratta di una dichiarazione che si fa ai dipendenti sull’investimento nei talenti da parte dell’azienda. È una manifestazione degli ideali di un’impresa per l’eccellenza di leadership.”
Un laboratorio pratico ha permesso ai partecipanti di delineare i ruoli e le responsabilità delle risorse a supporto delle faculty allo scopo di delineare profili ideali di riferimento e identificare eventuali percorsi di formazione a supporto della loro crescita. Ha moderato il workshop Franco Amicucci.

Un ringraziamento speciale allo splendido staff di Sky e ai partecipanti intervenuti di Agenzia delle Entrate, Allianz Bank Financial Advisor, Banca Sella, CFMT, Continental, Eni Corporate University, Ermenegildo Zegna, Generali Italia, Gruppo Concorde, Leroy Merlin, Mcdonald’s Development Italy, Miroglio, Piaggio & C, e Vodafone.

16/09/2016

Premio Tesi exploring eLearning

05_premio

Amicucci Formazione, in collaborazione e con il patrocinio di SIREM, Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale, annuncia un concorso per individuare e premiare le migliori tesi sull’eLearning, in particolare su:

· Soluzioni innovative relative all’uso delle tecnologie nella didattica e all’eLearning
· Progetti innovativi di formazione in azienda che prevedono l’utilizzo delle tecnologie

Il concorso è riservato a chi abbia conseguito una Laurea magistrale o il titolo di Dottore di Ricerca presso una delle Università degli Studi Italiane nel periodo che va dal 31 luglio 2013 al 31 luglio 2016. La tesi potrà essere presentata in lingua italiana o in lingua inglese, entro il 15 settembre agli indirizzi email info@sirem.org e info@amicucciformazione.com

I premi per le 3 migliori tesi o dottorati, tre borse di studio da € 1.500, € 1.000 e € 500, saranno assegnati durante l’evento exploring eLearning del 01-02 dicembre 2016.

Vai al Regolamento_Premio_exploring_eLearning

Visualizza la Locandina

RISULTATI

PRIMO PREMIO: Carmine Giulia (Università degli Studi di Milano Bicocca)
SECONDO PREMIO: Nan Yang (Università degli Studi di Trento)
TERZO PREMIO PARIMERITO: Ferrari Luca (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna) e Campion Monica (Università degli Studi di Padova)

MOTIVAZIONI DEL COMITATO SCIENTIFICO

Alla presente call hanno risposto 10 tesi di cui 5 tesi dottorali. La commissione ha trovato difficoltà a selezionare i vincitori per l’alto valore degli elaborati presentati. I parametri utilizzati per la scelta sono stati oltre a

- Chiarezza e completezza della rassegna dello stato dell’arte,
– Rigorosità della metodologia e completezza della sperimentazione
– Innovatività e sostenibilità dell’ipotesi di ricerca individuata

anche la coerenza con la call, ovvero sono state premiate le tesi che trattavano un tema connesso alla formazione in azienda e alla formazione in servizio con utilizzo delle tecnologie.

Si vuole esprimere un particolare apprezzamento per tutte le tesi e in particolare per le tesi di Giamperetti Linda e di Berizzi Giovanna per la rigorosità metodologica e per l’innovatività.

09/08/2016

Inspiring Future Sharing The Change

06_forum hr

Il Forum delle Risorse Umane è il principale appuntamento italiano annuale dedicato ai temi del Lavoro e del People Management. Un luogo unico ove TOP Manager, HR professional possono formarsi e dialogare con la comunità politica, economica, scientifica e sociale del Paese. L’unico evento del settore a partecipazione gratuita, ove si incontrano in modo innovativo aziende, istituzioni, PA, business school, associazioni di categoria, sindacati. Talk show, Innovation Speech, Executive Circle, Focus Group, Workshop tematici, appuntamenti di Business Matching, Benchmarking group, Interview, caratterizzano una giornata intensa che sempre più è colta come opportunità di confronto e networking.

L’ispirazione come driver di innovazione e di cambiamento è il tema centrale della ottava edizione del Forum delle Risorse Umane.
E se estendessimo a tutti, la possibilità di essere piccoli o grandi ispiratori di cambiamento, quanto cambiarebbe l’organizzazione che viviamo?
Quante volte siamo stati illuminati da idee o stimoli che ci sembravano brillanti e poi ci siamo chiesti come mai non hanno cambiato qualcosa nella nostra vita organizzativa?
Un vero cambiamento non viene da una visione. Un vero cambiamento arriva quando facciamo seguire alle nostre idee e insights, un’azione, stabilendo rituali che consentiranno al nuovo comportamento di stabilizzarsi.
L’ispirazione come buona pratica organizzativa è un compito che spetta all’HR in primis verso se stessi e verso l’organizzazione tutta. Un orizzonte verso cui tendere e orientare ogni singola azione, per impattare positivamente sul futuro, per creare una realtà migliore e massimizzare le opportunità di business.

Noi di exploring eLearning ci lasciamo ispirare, certi di trovare in questo evento spunti interessanti da riapplicare concretamente nelle imprese, e voi?

Milano, 17 novembre 2016
Piazza Città di Lombardia – Nuovo Palazzo Lombardia

www.forumhr.it

24/05/2016

Il metodo dei Learning Path nel blended

04_LP

Non basta acquistare corsi eLearning per dar vita a percorsi di apprendimento blended efficaci. Perché il corso diventi esperienza formativa significativa ha bisogno di una storia, di un’idea e dell’immagine di un cammino da fare.

Questo il tema affrontato nel workshop preparatorio, svoltosi nello splendido showroom milanese di Miroglio Group il 12 maggio 2016, che ha visto protagonista il tema del LearningPath e della progettazione blended.

La giornata ha preso avvio con l’introduzione di Giovanni Sandri – Miroglio Fashion HR Director – che ha illustrato ai colleghi il modello formativo adottato dal Gruppo, evidenziando l’importanza della combinazione delle diverse metodologie e dell’utilizzo di strumenti che consentano di ricevere contributi ed esperienze dai partecipanti ai percorsi di training. Gamification e storytelling si stanno rivelando fondamenti sia per l’ingaggio del personale sia per la costruzione puntuale di percorsi specifici per i singoli target.

Il giusto mix di metodologie, strumenti e linguaggi è il punto di arrivo di una progettazione blended efficace, che dà vita a percorsi di apprendimento concreti, personalizzati e semplici da costruire e realizzare (andando ben oltre la logica del catalogo formativo). L’intervento di Lorena Patacchini, Project Manger di Amicucci Formazione, si è concentrato proprio su questo: sulla varietà, la molteplicità dei metodi e degli strumenti che favoriscono l’apprendimento: “Il blended ci fa attraversare e riattraversare gli stessi territori concettuali da punti di partenza diversi e in modi diversi, moltiplicando i nostri punti di vista e la nostra comprensione.” Ma a volte mixare gli ingredienti non basta. Non esiste una ricetta uguale per tutti, il progettista deve scegliere e dosare gli ingredienti, costruire soluzioni che facilitino l’apprendimento, tenendo conto delle persone, del contesto, delle metodologie e del tempo.

Progettare significa presidiare le modalità con cui facilitare l’apprendimento, tenendo conto di tutte le parole chiave della formazione blended: dai concetti di molteplicità/varietà a quelli di utilità e creatività, dall’interazione alla personalizzazione, dalla familiarità al commitment fino all’importanza della comunicazione e del nutrimento.

Dopo una breve pausa, si è passati alla pratica con Alessandra Scapati, Responsabile della Progettazione di Amicucci Formazione che ha sottolineato l’importanza della visualizzazione, della narrazione e dell’esperienza nella progettazione di un qualsiasi percorso. Il format learningPath consente di passare dalla logica del prodotto eLearning a quella dell’esperienza di apprendimento, presentando non solo risorse formative ma attività e metodi che concorrono ad una nuova narrazione della formazione, in grado di coinvolgere ed appassionare i destinatari. Dopo aver illustrato l’applicazione del modello dei learningPath di skilla (percorsi di apprendimento già tracciati con risorse formative già selezionate, e kit a supporto del formatore e della comunicazione) i partecipanti, divisi in gruppi, sono stati coinvolti in un hands-on-lab di progettazione.

Il workshop si è concluso con la presentazione dei progetti e il light lunch di networking in stile exploring eLearning.

IMG_9029 IMG_9035

Un ringraziamento speciale allo splendido staff Miroglio e ai partecipanti intervenuti di Chanel, Club Med, Comdata, Continental, Ermenegildo Zegna, Falck Renewables, Humanitas University, Kedrion, La Rinascente, Leroy Merlin, Saipem, Salmoiraghi & Viganò, Sia, Sidi, Sirti, Sisal, Sky, Unichips Italia e Unione Fiduciaria.

29/04/2016

Senza competenze digitali non si vola

03_culturadigitale

Come stanno evolvendo i sistemi di competenze aziendali alla luce del digitale? Quali sono le competenze digitali ormai fondamentali per ogni organizzazione?
Con queste domande si è aperto il workshop preparatori ad exploring eLearning in Club Med del 20 aprile centrato sul tema Competenze & Digitale. Ad introdurre il workshop Eric Georges, Amministratore Delegato di Club Med Italia, che nel suo intervento ha rimarcato l’importanza del piano di sviluppo legato alle competenze digitali che verrà implementato quest’anno in Club Med.

Numerosissime le aziende presenti pronte a cavalcare l’onda del digitale: Aviva Italia Servizi, Berner, Comdata, CGT, Direct Line, Europ Assistance, Helvetia, Kedrion, Miroglio, Prada, Salmoiraghi & Viganò, Sirti e Sisal.

Si entra nel vivo dell’argomento con Marco Amicucci, del team skilla, Project Manager di numerosi programmi di cultura digitale nelle aziende. Spesso nell’aziende si è testimoni di disavventure digitali. Le organizzazioni vivono un bluff nel momento in cui solo un piccolo team si occupa delle nuove tecnologie. Dopo aver raggiunto lo standard minimo digitale, le persone vanno stimolate a cogliere le opportunità che le nuove tecnologie offrono e a diventare partecipanti attivi del cambiamento digitale. Come? Evidenziando i vantaggi sulla vita lavorativa e facendoli innamorare delle strumenti che la tecnologia offre a supporto.

La formazione giusta è il microlearning, formazione breve e continuativa: video di 60 secondi che introducono ai vantaggi di programmi presenti in rete e spesso gratuiti; brevi momenti in cui i capi parlano con i propri collaboratori e discutono di tempi di innovazione, di sviluppo di competenze digitali e dell’introduzione di nuovi strumenti per lavorare meglio; reti di supporto volte ad organizzare momenti formativi sulla cultura digitale e che raccolgono e distribuiscono conoscenza all’interno dell’organizzazione.

Antonio Minichini, South Europe Training Manager di Club Med, racconta l’esperienza di successo con Facebook at Work destinato a tutto il personale. Questo strumento permette un’interazione continua rispetto ad iniziative e novità del mondo Club Med. Il piano di ingaggio è stato fondamentale: prima un’email a tutta la società, poi un comunicato stampa ed entro il 2016 un road show in tutti i villaggi turistici. L’adozione di Facebook at Work punta a comunicare in maniera più diretta e a diminuire del 50% il numero di email.

Le nuove tecnologie ci permettono di lavorare meglio e in meno tempo, quale motivo migliore per andare alla ricerca e sviluppare con programmi ad hoc il nostro talento digitale!

13/04/2016

Waiting for exploring eLearning

02_piano

Pronto il piano dei workshop preparatori di exploring eLearning, incontri interaziendali di coprogettazione dell’evento. Si parte il 20 aprile con il primo workshop in Club Méditerranée su Competenze&Digitale. Il 12 maggio exploring sarà invece ospite di Miroglio Fashion per parlare di Learning Path. Seguono Sky Italia il 23 giugno e Luxottica a luglio.

La partecipazione ai workshop preparatori è riservata agli iscritti. Si tratta di incontri interaziendali di formazione formatori sulle tematiche dell’evento, che coinvolgono una 30ina di colleghi delle risorse umane e formazione.

Di seguito il calendario degli appuntamenti

piano_incontri

piano_incontri

11/04/2016

Verso exploring eLearning 2016

01_open

exploring eLearning 2016 è in piena preparazione! Si è svolto lo scorso 09 marzo 2016 – dalle 18.00 alle 21.00 c/o lo spazio OPEN MILANO – l’evento di presentazione della nuova edizione di exploring eLearning. All’incontro, con presenti alcuni giornalisti e membri del comitato scientifico provenienti dagli atenei lombardi, hanno partecipato circa 40 aziende, che sono state coinvolte nella prima sessione di progettazione congiunta.

Presentati i temi e le novità della nuova edizione, che si caratterizzerà per un maggior focalizzazione ed approfondimenti dei trend ritenuti centrali per l’eLearning. I 7 temi protagonisti, scelti sulla base della survey effettuata tra i 460 partecipanti l’edizione exploring eLearning 2015, sul confronto con il Comitato Scientifico e con i responsabili delle principali Academy aziendali italiane e ed in linea con le principali ricerche internazionali sui trend dell’eLearning, saranno:

  • Competenze & Digitale
  • Adaptive Learning & Stili di Apprendimento
  • Learning Path
  • Gamification
  • Corporate Academy
  • Open badge & Certificazioni
  • Start eLearning

Oltre all’originale format del posterLab, che è diventato una metodologia riconosciuta e di successo, l’evento mantiene il cuore della sua formula vincente: la possibilità di confronto tra professionisti del settore. Tante le novità come gli hands-on lab, laboratori diffusi per la messa in pratica, la realtà aumentata e gli eventi formativi. Torna anche la app dedicata, per l’interazione durante i posterLab, ma con nuove idee e sorprese!